Famiglie di uccelli

Dove costruisce il nido un falco pellegrino e perché?

Pin
Send
Share
Send
Send


Un falco pellegrino ha molti fatti unici e interessanti, avere un nido diverso è uno di questi. nido Perché il falco pellegrino nidifica negli edifici? Questo articolo condividerà fatti sul nido del falco pellegrino.

Fatti sui nidi del falco pellegrino

Peregrine di solito nidifica sulle scogliere di Rock Cliffs. Tuttavia, i Falcons sono stati in grado di adattarsi all'utilizzo di edifici più alti. Le fioriere e altre nicchie negli edifici forniscono un posto dove deporre un uovo femminile.

I pellegrini depongono le uova in una depressione del nido chiamata "raschiamento".

Il falco pellegrino nidifica in un rottame, di solito sul bordo della scogliera. La femmina sceglie un luogo di nidificazione, dove raschia una conca poco profonda su terra, sabbia, ghiaia o piante morte per sciogliere le uova.

La coppia stabilita di falchi pellegrini, che hanno aree di nidificazione esistenti, di solito si uniscono al di fuori della stagione riproduttiva.

La coppia del falco pellegrino può stare insieme da una stagione all'altra, e dove risiedono dappertutto, il legame può durare a lungo nello stesso nido, o nell'altro.

Peregrine è un esempio di grande successo di fauna selvatica urbana nella maggior parte delle aree del suo areale, utilizzando strutture edilizie alte come nido come piccioni e anatre come prede in abbondanza.

I nomi sia inglesi che scientifici per questa specie si riferiscono alle abitudini migratorie di molte popolazioni settentrionali come "falco da viaggio". Gli esperti identificano da 17 a 19 sottospecie, che variano per aspetto ed estensione.

Sebbene la sua dieta sia composta quasi esclusivamente da uccelli di taglia media, il pellegrino occasionalmente caccia piccoli mammiferi, piccoli rettili o persino insetti.

Raggiungendo la maturità sessuale entro un anno, di solito costruisce nidi per sopravvivere sul bordo della barca o, più recentemente, in alte strutture artificiali. A causa dell'uso diffuso di alcuni pesticidi, in particolare il DDT, il falco pellegrino è diventato in molti casi una specie a rischio di estinzione.

Dal divieto del DDT dall'inizio degli anni '70, la popolazione si è ripresa, supportata dalla protezione su larga scala dei siti di nidificazione e liberata allo stato selvatico.

falco pellegrino, con il suo attuale nome bilingue e nido sicuro, descrisse per primo l'ornitologo inglese Marmaduke Tunstall nel suo saggio Ornithologia Britannica del 1771. Falko Peregrinus è una frase latina medievale usata nel 1225 da Albertus Magnus.

Il nome specifico è scelto perché gli uccellini andavano di nido in luogo di riproduzione invece della razza di uccellini, perché il falco era difficile da nidificare.

Falcon, che in latino significa Falco, è correlato a Falcon, che significa "sequel", la sagoma lunga e appuntita del Falco in volo.

Guarda il video: nidificazione falco pellegrino (Luglio 2021).

Pin
Send
Share
Send
Send