Famiglie di uccelli

Gufo reale surnia ulula

Pin
Send
Share
Send
Send


Il gufo reale è la regina delle foreste nella parte settentrionale dell'Eurasia, sulle coste della Kamchatka e del Mare di Okhotsk. Lei, essendo uno degli uccelli selvatici più straordinari, è considerata da molti popoli un simbolo di saggezza e conoscenza.

Aspetto

Numerose caratteristiche distinguono questa specie dagli altri gufi. Il gufo falco ha preso il nome dalla sua somiglianza con un falco, che si esprime non solo esternamente, ma anche nel comportamento e nelle abitudini. L'uccello è di taglia media, il suo peso non supera i 380 g La piccola testa con un disco facciale molto leggero debolmente espresso è leggermente appiattita, non ci sono "orecchie" di piume su di essa. Gli occhi e il becco sono gialli. L'apertura alare è di circa 70-80 cm Le femmine hanno le stesse dimensioni dei maschi, a volte anche più grandi. Le zampe con artigli neri sono ricoperte da piumaggio piuttosto spesso.

Il colore generale è marrone scuro con macchie luminose sulla schiena, sul collo e sulle spalle. La superficie più chiara dell'addome e del torace ha uno schema trasversale pronunciato. Coda superiore leggermente più chiara del dorso. C'è un'opinione secondo cui il gufo falco diventa più leggero con l'età. Le foto e le descrizioni di questi uccelli consentono di vedere come le strisce chiare e scure, i granelli e le strisce sul corpo mascherano il gufo da corteccia di betulla. A causa di questo colore, è anche chiamato un gufo di betulla.

Diffusione

Gufo reale (Cognome ulula) distribuito nelle foreste dell'Eurasia e del Nord America. In Russia, si trova sulla costa del mare di Okhotsk, Kamchatka, nonché dal sud dell'Altai al sud della Transbaikalia e della Primorye. In diverse parti della gamma, conduce uno stile di vita sedentario o nomade.

Habitat

Le foreste del Nord America, la zona della taiga dell'Europa e dell'Asia, le regioni centrali della Russia e della Siberia sono i luoghi in cui questo uccello preferisce nidificare. Il gufo reale è meno comune nel Tien Shan, Mongolia, Sakhalin e Primorye.

La taiga e la foresta-tundra sono gli habitat preferiti dai gufi. Si stabiliscono nella foresta di abeti rossi lungo il fiume, nelle foreste che crescono lungo il perimetro di grandi torbiere, ovunque ci siano molte conifere. Questi uccelli spesso nidificano in radure secche, vecchie aree bruciate. L'habitat preferito in montagna sono le valli dei fiumi che scorrono dalle montagne e la periferia dei prati.

Metodi di rilevamento del gufo

Un resoconto completo dei gufi falco è un compito piuttosto difficile, poiché ciò richiede il tracciamento attraverso terreni paludosi e difficili. Passando attraverso queste sezioni, vengono riprodotti i fonogrammi dei richiami della femmina e del maschio per una più completa contabilità.

Durante la ricerca, le cavità e le cime degli alberi spezzati vengono attentamente esaminate. È più facile eseguire questo lavoro durante il periodo in cui i pulcini a malapena volano fuori dal nido e si trovano nelle vicinanze sui rami degli alberi e sui tronchi caduti.

In inverno, puoi vedere le tracce lasciate da una civetta nella neve. Differiscono dalle tracce di altri membri di questa famiglia in una forma a forma di X meno pronunciata. A causa della forte pubescenza delle zampe, le impronte che il gufo falco lascia nella neve sono indistinte. Durante l'atterraggio, inoltre, rimane una traccia dalla coda.

Alimentazione principale

Questi gufi si nutrono principalmente di piccoli roditori. A volte anche gli uccelli diventano la loro preda. Prima di tutto, il gufo reale cattura roditori simili a topi (lemming, arvicola rossa). Studi condotti dal personale della Riserva Naturale di Kandalaksha hanno dimostrato che durante il periodo senza neve, il cibo dei pulcini è il 98 per cento di questi animali. La maggior parte di loro sono arvicole. Anche i resti di rane sono stati trovati nei pellet lasciati dagli uccelli. Nelle foreste della Finlandia e della Norvegia, studi simili hanno anche dimostrato che la parte principale della dieta del gufo reale è costituita dai roditori e la quota di uccelli è espressa poco più dell'uno per cento.

E solo nella stagione invernale, il gufo reale caccia principalmente uccelli. Prima di tutto, si tratta di pernice bianca, gallo cedrone e piccoli rappresentanti di passeriformi.

A caccia

Non solo l'aspetto, ma anche il comportamento di questo gufo è molto simile a un falco. Caccia principalmente durante il giorno, meno spesso al tramonto. Come molti altri rapaci che vivono nelle foreste, il gufo prende velocità, facendo frequenti battiti d'ali, e poi le allarga immobile, avanzando.

La descrizione di come il predatore cerca la sua preda è molto simile alle abitudini del falco. Durante la caccia in un paesaggio aperto, il gufo rimane sospeso in aria allo stesso modo, scrutando in basso. Usa spesso alberi morti solitari come punto di osservazione. Dopo essersi guardato intorno per mezz'ora, vola su un altro albero.

Nidificazione

Il periodo di accoppiamento del gufo reale inizia a marzo. Ad aprile, organizza un posto per deporre le uova o usa vecchi nidi stranieri per questo. Di solito, un gufo occupa cavità naturali, situate, di regola, in abeti rossi o pini, e ad un'altitudine molto elevata - una media di 14-15 metri. Spesso nidifica sulle cime dei bombi, stabilendosi in cavità decomposte. Gli uccelli osservano la distanza tra i nidi da uno a sette chilometri, a seconda della densità del raggruppamento.

In aprile - maggio, la femmina depone le uova. In media, ci sono 4-5 uova in una covata. In una stagione ricca di roditori di topi, il loro numero può arrivare fino a una dozzina. La dimensione delle uova è di circa 35-40 mm. Un gufo falco sul nido si comporta in modo abbastanza aggressivo. Non appena avverte l'apparizione di qualcuno vicino, inizia a urlare forte, volando da un luogo all'altro, e in caso di pericolo, la femmina e il maschio difendono attivamente il nido, colpendo la testa del nemico con il becco.

Pulcini

L'incubazione dura circa un mese e i bambini nascono a giugno. Il loro primo vestito è un piumino bianco, che gradualmente sfuma in un piumaggio grigio e increspato. Sul disco facciale scuro spiccano le sopracciglia bianche e le macchie allungate e arrotondate sotto gli occhi dello stesso colore. Le macchie nere situate intorno agli occhi si fondono sopra il becco.

Quando i giovani gufi hanno un mese, possono già volare da soli a distanze comprese tra 20 e 30 metri. Ma per molto tempo i genitori continuano a prendersi cura dei propri pulcini, attaccando senza paura chiunque osi avvicinarli. Allo stesso tempo, con il loro grido irrequieto, che significa un segnale di pericolo, fanno congelare i giovani in una postura. Per i genitori, un tale grido dà coraggio. I giovani gufi iniziano la loro vita indipendente intorno a settembre.

Il tasso di mortalità dei pulcini è molto alto. Anche con grandi frizioni, la covata di solito non conta più di tre uccelli. In molte zone, il gufo reale è già sull'orlo dell'estinzione. Il Libro rosso degli Urali medi, della regione di Mosca e di alcune altre regioni include questa specie di gufi insieme ad altri animali bisognosi di protezione.

Comportamento e caratteristiche

Il gufo reale assomiglia anche a un rapace diurno nelle sue abitudini. Caccia spesso durante il giorno. Riposando, soprattutto nelle ore mattutine e serali, spesso si siede sulla cima di un albero indipendente, un cespuglio, su un palo che sovrasta una catasta, un palo del telegrafo, e rimane lì a lungo, di fronte al sole. Allo stesso tempo, a differenza della maggior parte dei gufi che, mentre riposano, siedono sugli alberi "in una colonna", il gufo reale di solito si protende un po 'in avanti, come un falco o un falco. Particolare è anche il volo di un gufo reale: è veloce e diretto, e muovendosi in spazi aperti, il gufo spesso sbatte le ali, poi si sposta in avanti allargandole immobile, come fanno molti rapaci, soprattutto quelli che vivono nelle foreste. .

Riproduzione

Il nido di un gufo reale si trova solitamente su vecchi ceppi, in semincavi, meno spesso in cavità o vecchi nidi di corvi o altri rapaci, a volte a terra. Nella sua covata ci sono 3-9, occasionalmente fino a 13 uova bianche. La femmina li incuba per circa 25 giorni. Circa lo stesso numero di pulcini siedono nel nido, dopodiché si spostano sui rami degli alberi vicini. Entrambi i genitori li nutrono. Proteggono attivamente il nido, attaccando coraggiosamente la persona, cercando di colpire la testa con gli artigli.

Cibo

I gufi si nutrono più spesso di arvicole, lemming e topi. Con la loro mancanza, possono catturare scoiattoli, piccoli uccelli, a volte attaccano con successo galli cedroni, pernice bianca e persino galli cedroni.

Pin
Send
Share
Send
Send