Famiglie di uccelli

Colibrì di smeraldo di Swenson / Riccordia swainsonii

Pin
Send
Share
Send
Send


Louise Swenson è una rappresentante del gruppo di uva europea-americana. Molto spesso all'interno di questo gruppo ci sono varietà tecniche destinate alla coltivazione nelle dure condizioni della latitudine settentrionale.

Caratteristiche del gruppo di uva euro-americana

Nel nostro paese, la maggior parte delle forme resistenti al gelo sono state allevate addomesticando le uve selvatiche dell'Amur. Lavorando all'interno di questo gruppo, gli allevatori hanno assegnato un ruolo di primo piano a caratteristiche dell'uva come la resistenza al gelo e alle malattie. Allo stesso tempo, il gusto e le proprietà di consumo della coltura hanno svolto un ruolo secondario.

I naturalisti americani hanno preso una strada diversa. Hanno cercato di adattare i vitigni coltivati ​​europei alle dure condizioni di crescita delle regioni settentrionali del paese. Come risultato di un complesso incrocio interspecifico di uve culturali europee e rappresentanti di uve selvatiche americane, gli ibridi sono riusciti a inculcare la resistenza delle piante incolte e le discrete qualità gustative delle nobili varietà europee. Molte delle varietà tecniche ottenute in questo modo hanno perso il loro sapore specifico isable, che, in una certa misura, ha un effetto positivo sul loro gusto.

L'uva di Louise Swenson è stata registrata come varietà nel 2001. Il creatore dell'ibrido lo ha chiamato dopo sua moglie. L'appassionato americano Elmer Swenson era impegnato nella coltivazione dell'uva nella latitudine settentrionale. Ha preso le forme ibride francesi di uva come materiale di partenza e ha cercato di incrociarle con specie selvatiche americane. Come risultato della complessa selezione interspecifica, oltre a Louise Svenson, sono state ottenute molte varietà resistenti al gelo più forti, che, inoltre, hanno ricevuto dai loro antenati selvatici un'elevata capacità di resistere alle malattie.

Appuntamento

Rispetto al capostipite culturale, la varietà destinata alle regioni settentrionali non si differenzia per la ricca gamma aromatica della polpa matura. In termini di qualità, il vino di tali varietà è inferiore alle bevande ottenute da uve nobili. Tuttavia, non si parla di coltivare tali varietà su scala industriale. Tutte queste varietà hanno maggiori probabilità di essere adatte alla coltivazione privata su appezzamenti sussidiari.

Louise Swenson è una varietà tecnica. Destinato principalmente alla produzione di vino da tavola giovane. A differenza delle varietà di vino tradizionali, quest'uva non ha un sapore specifico di isabella o noce moscata. Dal punto di vista della vinificazione, questa è una proprietà negativa. Tuttavia, dal punto di vista di un consumatore ordinario, questo momento può essere considerato positivo. A causa del loro gusto semplice, le bacche possono essere consumate non solo lavorate, ma anche fresche. Non molti consumatori preferiscono uve con aromi specifici. Pertanto, l'assenza di quelli rende questa varietà universale.

Quest'uva, come la maggior parte delle varietà resistenti al gelo, è eccellente per la coltivazione privata in condizioni avverse. Le varietà resistenti al freddo sono sempre inferiori nel gusto e nella commerciabilità rispetto alle varietà termofile. Pertanto, i vini delle varietà nordiche sono sempre meno intensi e più ricchi di sapore. Per migliorare la qualità del vino, si consiglia a Louise Swenson di essere assemblato con uve più nobili.

15 foto sinistre dietro storie agghiaccianti

Portiamo alla vostra attenzione 15 fotografie, dietro le quali ci sono storie vere, che un tempo hanno inorridito anche i criminologi più esperti.

Un'istantanea che è passata alla storia come "The Most Beautiful Suicide".

Evelyn McHale si è suicidata saltando dall'Empire State Building. Il vicino fotografo Robert Wiles ha catturato il corpo di McHale mentre cadeva su una limousine delle Nazioni Unite. Prima di suicidarsi, McHale ha lasciato il suo fidanzato. La sua nota di suicidio diceva: “Starà meglio senza di me. Non potrei essere una brava moglie per nessuno ".

Regina Kay Walters.

Questa fotografia della quattordicenne Regina Kay Walters è stata scattata dal serial killer Robert Ben Rhoades, che in seguito è stato sorpreso alla guida di un carro con una camera di tortura nella sua roulotte. Prima di scattare questa foto, Rhodes ha tagliato i capelli della sua vittima e l'ha costretta a indossare un vestito e scarpe con i tacchi alti, per poi ucciderla in un fienile nell'Illinois.

Tyler Hadley.

Tyler Hadley, 17 anni, voleva dare una festa, ma i suoi genitori erano a casa, quindi li ha picchiati entrambi a morte con un martello. Nascose i cadaveri, sistemò le cose e invitò gli ospiti, mentre i corpi dei suoi genitori rimasero in casa. Questa foto è stata scattata la notte dopo l'omicidio, quando Tyler ha confessato quello che aveva fatto al suo amico Max (a sinistra).

Foto vincitrice del Premio Pulitzer di Kevin Carter.

Il fotografo sudafricano Kevin Carter ha lavorato in Sudan durante la carestia del 1993. L'immagine mostra un bambino che muore di fame, strisciando verso il centro della distribuzione del cibo, mentre un avvoltoio si aggira nelle vicinanze, in attesa di una facile preda. Carter non è stato in grado di avvicinarsi ai bambini a causa della minaccia di infezione. Tre mesi dopo la cerimonia del Premio Pulitzer, il 33enne Carter si è suicidato, incapace di sopportare i dolorosi ricordi.

Travis Alexander.

L'ultima foto di Travis Alexander scattata dalla sua ex fidanzata Jodi Arias prima del suo omicidio. È venuta a casa sua e, mentre stavano scherzando, lo ha fotografato più volte. Il corpo di Travis è stato trovato in bagno cinque giorni dopo con 27 coltellate, un taglio alla gola e un proiettile alla testa.

Il culto delle "porte celesti".

Il 26 marzo 1997, 39 seguaci del culto Heaven's Gate si suicidarono, credendo che le loro anime sarebbero state consegnate alla cometa Hale-Bopp in un'astronave. Il fondatore del culto, Marshall Applewhite, li ha convinti che presto la Terra sarebbe stata purificata dagli alieni, quindi devono lasciare questo mondo.

Blanche Monnier.

Blanche Monnier è stata tenuta prigioniera per 24 anni in una stanza dove doveva vivere tra le sue stesse feci. Fu scoperta nel 1901 quando qualcuno disse alla polizia dove si trovava. La donna non vede la luce del sole da 24 anni.

Reynaldo Dagsa.

Il politico filippino Reinaldo Dagsa ha fotografato la sua famiglia durante i festeggiamenti di Capodanno. Anche il suo assassino è entrato nell'inquadratura. Si è scoperto essere un ladro di auto che Dagsa aveva messo dietro le sbarre.

Il predicatore americano Jim Jones ha fondato il movimento religioso "Temple of the Nations", che è passato alla storia come il più grande suicidio. 918 aderenti al culto si sono suicidati avvelenandosi con il cianuro.

Dean Corll.

Dean Corll è stato soprannominato Lollipop per aver distribuito costantemente caramelle ai bambini del vicinato. È stato uno dei serial killer più brutali della storia. Tra il 1970 e il 1973, Corll violentò e uccise almeno 28 ragazzi. Aveva due complici, uno dei quali gli ha sparato. Questa foto è stata trovata tra i suoi effetti personali. Il ragazzo di questa foto non è mai stato identificato, il che fa pensare che ci siano state molte più di 28 vittime del maniaco.

John Lennon e il suo assassino Mark David Chapman.

Chapman ha ucciso Lennon poche ore dopo che questa foto è stata scattata. Quando Chapman è stato chiesto perché lo ha fatto, ha risposto: "Pensavo che avrei ottenuto la sua fama".

Massacro della Columbine High School.

Questa foto è stata scattata due settimane prima del massacro della Columbine High School in cui 12 studenti e un insegnante furono uccisi. Nell'angolo in alto a sinistra, puoi vedere due scolari che imitano le riprese con la telecamera. Molti vedono questo gesto come una terribile profezia.

Foto scattata nella camera a gas di Auschwitz, Polonia.

Questa foto è stata scattata pochi minuti prima dell'attacco terroristico di Omeh nell'Irlanda del Nord. L'ordigno esplosivo è stato piantato nell'auto rossa che vedete in questa foto. L'esplosione, orchestrata dal Genuine Irish Republican Army, ha ucciso 29 persone. Il padre e il figlio catturati in questa fotografia sono sopravvissuti.

Viaggiatore Christopher McCandless.

L'ultimo autoritratto scattato da Christopher McCandless prima di partire per la parte disabitata dell'Alaska. Poco dopo aver scattato questa foto, i cacciatori hanno trovato il corpo di McCandless in un autobus abbandonato. Come si è scoperto in seguito, il viaggiatore è stato avvelenato dalla radice di una pianta velenosa.

Se il post ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici! :)

Caratteristica

Assegnazione della varietàuniversale
Contenuto zuccherino della varietà20 %
Forma a grappolocilindrico, oblungo.
Forma a baccaarrotondato
Peso della bacca3 g
Colore baccabianco verdastro
Resistenza al gelo della varietàfino a - 40 ºС
Gustoconsueto, gradevole con presenza di miele e sfumature fruttate.

Louise Swenson è caratterizzata da stabilità e produttività. I grappoli hanno una buona presentazione. La forma del grappolo è cilindrica, oblunga. Le bacche sono densamente piantate su pedicelli corti. I grappoli sono di media grandezza. Anche la bacca stessa è di medie dimensioni, sferica, del peso non superiore a 3 g.Le bacche mature sono di colore bianco-verdastro uniforme. Un rivestimento ceroso biancastro è presente sulla pelle sottile.

La polpa di quest'uva è succosa, sciolta. Molto dolce. Contenuto zuccherino nella fase di piena maturazione al livello del 20%. Allo stesso tempo, l'indice di acidità rimane basso. Il sapore dei frutti di bosco è consueto, gradevole con presenza di miele e sfumature di frutta.

La varietà ha un moderato vigore del cespuglio. Durante la stagione, i germogli maturano bene. La stagione di crescita per questa specie è breve. La vendemmia è prevista per 125-135 giorni dall'ingresso della pianta nella fase di crescita. La piena maturazione avviene a metà o fine settembre.

Dai predecessori selvatici, la varietà ha ricevuto una buona resistenza alle malattie dell'uva. L'unico problema che deve essere affrontato regolarmente è l'antracnosi. Questa malattia colpisce spesso l'ibrido nordamericano. Inizialmente, sulla lamina fogliare compaiono caratteristiche macchie depresse grigio-marroni, che poi si diffondono su tutta la superficie dei germogli, comprese le bacche e le viti. Senza un'attenta lavorazione, la pianta potrebbe morire. Le parti interessate dell'uva prima appassiscono e poi muoiono. Le viti malate perdono la loro flessibilità ed elasticità, non tollerano il gelo e muoiono in inverno.

Per prevenire la diffusione della malattia, i cespugli vengono spruzzati con composti contenenti rame. Se ci sono segni evidenti della malattia, la pianta dell'uva deve essere lavorata dopo ogni temporale, poiché l'elevata umidità crea condizioni favorevoli per lo sviluppo della malattia.

La pianta non tollera bene la siccità. Con una scarsa umidità del suolo, i frutti dell'uva non sono in grado di formare e raccogliere completamente la quantità massima di zucchero. In aree con piogge insufficienti, è imperativo effettuare annaffiature aggiuntive regolari. L'irrigazione dovrebbe coincidere nel tempo con l'apertura delle gemme, l'inizio della fioritura, la formazione delle bacche e la preparazione per l'inverno.

La varietà Louise Svenson è stata allevata appositamente per la coltivazione in condizioni climatiche difficili e quindi, insieme alla resistenza, ha una maggiore resistenza al gelo. Secondo alcuni rapporti, la boscaglia è in grado di resistere a gelate fino a -40 ° C. Tuttavia, per uno svernamento sicuro, i germogli devono essere rimossi dal supporto e appoggiati a terra. In questa forma, la vite andrà in letargo sotto una coltre di neve.

Caratteristiche di resistenza al gelo

Anche le varietà più resistenti all'inverno devono essere gradualmente indurite. Le giovani piantine, che non hanno uno spesso strato di legno formato, non sono in grado di sopravvivere anche a piccole gelate senza un riparo speciale. Per i primi due anni, la pianta deve essere coperta e portata gradualmente agli indicatori di resistenza al gelo. Solo nel terzo anno una delle maniche può essere lasciata senza riparo e scoprire come le uve si sono adattate al freddo.

Ci sono recensioni che testimoniano il congelamento invernale di giovani piantine di questa pianta nelle condizioni della regione di Mosca. Il che parla ancora della necessità di abituare gradualmente la pianta al freddo. Anche una varietà così resistente al gelo come Louise Swenson non è in grado di manifestare completamente la sua immunità nei primi 2-3 anni.

Nelle regioni settentrionali l'uva è poco diffusa. Tuttavia, l'emergere di tali varietà resistenti al gelo offre agli appassionati delle zone svantaggiate l'opportunità di coltivare varietà di qualità accettabile.

Pin
Send
Share
Send
Send